Non ci sono articoli nel tuo carrello

Venezia 1688. La Bibbia dei pittori. Sébastien Leclerc, Domenico Rossetti e Louis Dorigny.

£9.01

Sommacampagna, 2006. Cm. 21x15, pp. 34, figg. 78 in nero n. t., br.

In un secolo poco memorabile per la storia dell'arte incisoria veneziana, l'ultimo quarto del Seicento fu vivacizzato dall'impegno di Domenico Rossetti e del cosmografo francescano Vincezo Coronelli. Nella medesima congiuntura, il pittore d'origine francese, ma suddito della Serenissima per adozione, Louis Dorigny si innalzerà a livelli inattingibili grazie a un segno vibrante, presettecentesco, che sembra preludere allo spirito di Tiepolo e Fragonard. Il formidabile repertorio grafico ideato da Louis negli anni ottanta del Seicento era giunto a Venezia come una meteora, e recava in nuce una nuova estetica, una preziosa eredità di cui poterono far tesoro le successive generazioni artistiche veneziane nell'elaborazione del Barocchetto lagunare e del più internazionale Rococò.

Autori: FAVILLA, Massimo , RUGOLO, Ruggero.
Editore Cierre
Lingua di pubblicazione: it
Anno di pubblicazione: 2006
Disponibilità:
Disponibile su ordinazione
Cod: 8883143830
ARTE INCISIONE ITALIA VENETO VENEZIA SEICENTO LECLERC SEBASTIEN, ROSSETTI DOMENICO, DORIGNY LOUIS.