Non ci sono articoli nel tuo carrello

Mandragora

Vedi come Griglia Lista
Ordina per
Visualizza per pagina

Ad usum fratris... Miniature nei manoscritti laurenziani di Santa Croce (secoli XI-XIII).

8874612987

Firenze, 2016. Cm. 29x24, pp. 271, tavv. e ill. a col. n. t., br.

Catalogo della mostra: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 2016.

Nel 1766 circa 780 manoscritti conservati presso la biblioteca del convento francescano di Santa Croce furono trasferiti, con motuproprio del granduca Pietro Leopoldo, presso la Biblioteca Medicea Laurenziana, dove ancora si conservano, ad eccezione di un piccolo nucleo che, restituito ai frati per esigenze devozionali, confluì, dopo le soppressioni napoleoniche, nella Biblioteca Magliabechiana, poi Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Un inventario quattrocentesco, pubblicato da Curzio Mazzi nel 1898, descrive con precisione i volumi, e ne indica la collocazione nei 37 banchi della biblioteca francescana. Tale classificazione si rispecchia nel catalogo dei manoscritti pubblicato da Angelo Maria Bandini (1777), redatto dopo il trasferimento dei codici presso la Biblioteca Medicea Laurenziana, che rappresenta ancora oggi il contributo più significativo alla conoscenza della raccolta. L’integrità del fondo rappresenta un unicum nell’ambito delle biblioteche conventuali fiorentine, dal momento che sia quella degli agostiniani di Santo Spirito, sia quella dei domenicani di Santa Maria Novella hanno subito in passato gravi episodi di dispersione.
Il catalogo della mostra presenta un’ampia selezione dei manoscritti più antichi conservati nella biblioteca, miniati tra l’XI e il XIII secolo. Si tratta di testi biblici, commenti dei Padri della Chiesa, vite dei Santi ma anche preziosi esemplari miniati di libri di diritto, che riflettono l’attività del tribunale dell’inquisizione che aveva sede presso il convento fin dalla metà del Duecento. Nella prima parte del catalogo trovano posto saggi dedicati a riassumere la storia dei manoscritti delineando il contesto nel quale si colloca la loro acquisizione da parte del convento, e a commentare i caratteri formali delle miniature in essi contenute nell’ambito della storia della decorazione libraria dallXI al XIII secolo; nella seconda parte si trova una schedatura analitica dei manoscritti presentati, condotta secondo i criteri stabiliti per la collana dei Manoscritti datati d’Italia.
Il volume è corredato da oltre 200 riproduzioni a colori dei manoscritti esposti e da illustrazioni di confronto.

 

€50,00
Disponibile su ordinazione

ARTE E POLITICA. STUDI PER ANTONIO PINELLI. A cura di: Novella Barbolani di Montauto, Gerardo De Simone, Tomaso Montanari, Chiara Savettieri, Maddalena Spagnolo.

8874611997

Firenze, 2013. Cm. 23x20, pp. 205, figg. in nero n. t., br.

Il volume raccoglie trentotto saggi di storia dell'arte dedicati ad Antonio Pinelli che spaziano dall'arte medievale all'arte del Novecento, con un'ampia sezione dedicata alla storiografia e alla critica artistica.

€20,00
Disponibile su ordinazione

Beato Angelico a Pontassieve. Dipinti e sculture del Rinascimento fiorentino. A cura di Ada Labriola.

9788874611492
Firenze, Mandragora, 2010. Cm. 24x18, pp. 191, figg. a col. e in nero n. t., cart. Catalogo della mostra: Pontassieve, Palazzo Municipale, 2010.
€20,00
Disponibile

Benedetto Luti. L'ultimo maestro.

9788874611553
Firenze, Mandragora, 2012. Cm. 29x24, pp. 409, ill. 35 a col. e 200 in b. e n. n. t., cart.
€150,00
Disponibile su ordinazione

Boccaccio autore e copista. A cura di: Teresa De Robertis, Carla Maria Monti, Marco Petoletti, Giuliano Tanturli, Stefano Zamponi.

8874612130

Firenze, 2013. Cm. 29x24, pp. 441, figg. a col. e in nero n. t., br.

Catalogo della mostra: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 2013-2014.

Il volume, ottimamente illustrato, presenta oltre ottanta manoscritti appartenenti alla Biblioteca Medicea Laurenziana e ad altre prestigiose raccolte italiane, al fine di offrire una guida aggiornata e articolata a Boccaccio, alla sua vita, alle sue opere e alla sua attività letteraria intesa nell'accezione più ampia di esegeta e copista. Bibliografia e indice dei nomi, in appendice.

 

€80,00
Disponibile su ordinazione

Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici. A cura di Carlo Falciani e Antonio Natali.

9788874611539
Firenze, Mandragora, 2010. Cm. 29x24, pp. 320, ill. a col. e in nero n. t., br. Catalogo della mostra: Firenze, Palazzo Strozzi, 2010.
€50,00
Disponibile su ordinazione

Caterina e Maria de' Medici donne al potere. Firenze celebra il mito di due regine di Francia. A cura di Clarice Innocenti

33485

Firenze, 2008. In-8¡, pp. 190, ill. a col. e in nero n. t., br.
Catalogo della mostra tenutasi a Firenze nel 2008-2009.

€30,00
Disponibile su ordinazione

Colloqui davanti alla Madre. Immagini mariane in Toscana tra arte, storia e devozione.

8874610270

Firenze, 2004. In-8¡, pp. 165, figg. a col. e in nero n. t., br.


€12,00
Disponibile su ordinazione

Coluccio Salutati e l'invenzione dell` Umanesimo.

Firenze, 2008. Cm. , pp. 400, ill. 20 a col. e figg. in nero n. t., br.

Catalogo della mostra: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 2008-2009.

€45,00
Non disponibile

Come albero fiorito. Firenze tra Medioevo e Rinascimento.

8874613007

Firenze, 2016. Cm. 21x15, pp. 261, figg. a col. n. t., br.

Firenze non è una città come le altre. Da secoli schiere di studiosi ne raccontano le vicende nel tentativo di cogliere i motivi della sua unicità, nata dall'incontro tra genio artistico e ambizioni personali, familiari e politiche. Una fortuna del genere, tuttavia, dipende anche dal fatto che la Firenze tra Duecento e Cinquecento offre un osservatorio privilegiato non solo per la storia d'Italia, ma anche per quella dell'intera Europa. È una storia non scontata e spesso contraddittoria, fatta di feroci lotte di parte, di odi e vendette, ma anche di capacità di ideare ogni volta nuove soluzioni politiche. È una storia di banche e di imprese industriali, di avventure di mercanti e di ricchezza sfacciata, ma pure di solidarietà coi poveri, i malati e gli orfani. È infine una storia di gente spregiudicata e non di rado blasfema, così come di uomini di fede incrollabile e ardente. In questo ribollire di vita la società fiorentina di quei secoli sembra non smettere mai di dire qualcosa a chi vuole capire il mondo, persino quello di oggi. Per questo abbiamo voluto raccontare la Firenze del Medioevo e del Rinascimento. Questo libro non è un nuovo contributo alla ricerca sulla città, né un manuale che affronti sistematicamente le vicende di quei secoli. Nei suoi capitoli abbiamo voluto aprire altrettante finestre sulla vita fiorentina e i suoi diversi aspetti, come una galleria di scene e di punti di vista che permettano di entrare in quel mondo creativo e fecondo nella stagione della sua primavera. Sono capitoli brevi, che lasciano spazio a chi legge: il resto della storia è fuori dalla finestra, nelle vie e nelle piazze di Firenze che ogni lettore, magari con il libro in mano, avrà la fortuna di visitare.

 

€16,00
Disponibile su ordinazione

Da Giotto a Gentile. Pittura e scultura a Fabriano fra Due e Trecento. A cura di: Vittorio Sgarbi, Giampiero Donnini, Stefano Papetti.

8874612383

Firenze, 2014. Cm. 29x25, pp. 310, figg. a col. n. t., br.

Catalogo della mostra: Fabriano, Pinacoteca Civica Bruno Molajoli, 2014.

Il catalogo illustra il percorso della mostra che, partendo dalla Pinacoteca Bruno Molajoli di Fabriano in cui vengono esposte circa novanta opere relative al contesto artistico umbro-marchigiano del XIV e XV secolo, si snoda nell'esplorazione di itinerari attraverso le chiese cittadine di Sant'Agostino, di San Domenico fino alla cattedrale di San Venanzio. Le numerose opere esposte, poco note al vasto pubblico, mirano a stabilire definitivamente le coordinate di una scuola marchigiana, e in particolare fabrianese, sviluppatasi sull'eredità di Giotto. In questo scenario ricco e vario trovano posto autori di fondamentale rilievo, a cominciare dal Maestro di Campodonico, fino ad Allegretto Nuzi e Francescuccio di Cecco Ghissi; per poi arrivare a Gentile da Fabriano, che si riappropria della tradizione giottesca rinnovandola e aggiornandola attraverso numerose influenze.

€35,00
Disponibile su ordinazione

Daniele da Volterra, amico di Michelangelo.

9788874610198
Firenze, Mandragora, 2003. In-8¡, pp. 198, figg. a col. e in nero n. t., br. Catalogo della mostra tenutasi a Firenze nel 2003.
€55,00
Non disponibile

De Chirico, Max Ernst, Magritte, Balthus. A look into the invisible

9788874611522
Firenze, Mandragora, 2010. cm. 29x24, pp. 256, ill. a col. e in nero n. t., br.Catalogo della mostra tenutasi Firenze nel 2010.
€28,00
Disponibile

Diaita. Le regole della salute nei manoscritti della Biblioteca Medicea Laurenziana.

35640

Firenze, 2010. Cm. 20x14, pp. 96, ill. a col. n. t., br.
Catalogo della mostra tenutasi a Firenze nel 2010.L'esposizione propone, attraverso codici di preziosa fattura e destinati a insigni committenti, un originale percorso tra letteratura medica e trattatistica filosofica.La rassegna comprende infatti il Corpus Hippocraticum, con il trattato De diaeta, e gli scritti di Galeno, ma anche i dialoghi di Platone nella traduzione di Ficino, L' Etica nicomachea di Aristotele tradotta dall' Argiropulo, la celebre Lettera a Meneceo di Epicuro. Allo stesso modo, i consigli gastronomici del De re coquinaria di Apicio si affiancano alle ad Lucilium di Seneca e ai precetti di Plutarco.Al Medioevo risalgono varie opere appartenenti alla tradizione araba oltre a testi riconducibili alla scuola medica salernitana, le Regulae medicinales di Trotula, dedicate alla salute femminile e alla cosmesi, la Physica di Ildegarda di Bingen, gli scritti di medici del Due e Trecento come Aldobrandino da Siena, Taddeo Alderotti, citato da Dante nel Paradiso, Barnaba da Reggio.Nel Quattrocento si incontrano invece Benedetto da Norcia, medico di Bianca Maria Visconti e di Cosimo il Vecchio, e Bernardo Torni, medico di Giovanni de' Medici, futuro papa Leone X.Un capitolo particolare si apre con gli scritti contro la peste, tra cui spicca il Consilio contro la pestilentia ispirato a Marsilio Ficino dall' epidemia che impervers˜ a Firenze tra il 1478 e il 1479. Al filosofo neoplatonico, figlio d' arte e medico egli stesso, si deve anche il De triplici vita, testo capitale da cui trae origine la letteratura sul temperamento melanconico del genio saturnino.A chiudere questo excursus ? il Cinquecento, con gli amabili consigli contenuti nei Discorsi della vita sobria del gentiluomo e mecenate veneto Luigi Cornaro.

€14,00
Disponibile su ordinazione

Diario.

8874612284

Firenze, 2014. Cm. 18x12, pp. 120, figg. 26 in nero n. t., mz. tela.

€11,90
Disponibile su ordinazione

Dieci volte Firenze.

8874612505

Firenze, 2015. Cm. 21x15, pp. 164, figg. a col. e in nero n. t., br.

Dieci possibili itinerari tematici per accostarsi alla storia e alle tradizioni di Firenze: Firenze delle piazze e dei palazzi, Firenze di pietra, il verde a Firenze, il rapporto fra la città e l'acqua (il fiume e le fontane), Firenze della lingua, Firenze della fede, Firenze artigiana, Firenze della scienza, Firenze degli altri (la città e le presenze stranieri che ne hanno segnato la vita sociale e politica), I dintorni di Firenze.

€12,00
Disponibile su ordinazione

Donatello e Verrocchio. Capolavori riscoperti. A cura di Timothy Verdon.

8874613212

Firenze, 2016. Cm. 22x20, pp. 48, ill. a col. e in nero n. t., br.

Catalogo della mostra: Firenze, Museo dell'Opera del Duomo, 2016-2017.

Il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze, alla luce dell’ampliamento e riallestimento realizzato tra il 2012 e il 2015, espone due sculture della Collezione di Peter e Kathleen Silverman – un busto di terracotta raffigurante San Lorenzo, e un rilievo, similmente di terracotta, con la Decollazione di San Giovanni Battista – che gettano luce sull’opera di Donatello e Andrea del Verrocchio. Il San Lorenzo – recentemente riconosciuto come un’opera originale di Donatello – invita al confronto con statue dello stesso autore conservate al Museo come il Profetino, il bellissimo Isacco del gruppo raffigurante il Sacrificio d’Isacco, e la statua di un giovane profeta tradizionalmente identificato come San Giovanni Battista.
La Decollazione del Battista, che ha praticamente le stesse dimensioni e la stessa composizione sia figurale che prospettico-architettonica di quella commissionata ad Andrea del Verrocchio per l’Altare d’argento. Poter collocare il rilievo Silverman nella stessa sala del Museo che ospita sia l’Altare d’argento si rivela davvero un’occasione di studio e di confronto unica. Il confronto potrà suggerire risposte in merito alla paternità artistica del rilievo Silverman, cioè se esso sia, come alcuni hanno creduto, uno dei modelli preparati dal Verrocchio per l’Altare ed ammirati da Giorgio Vasari nel XVI secolo. Il catalogo presenta le due opere con testi di Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo e di Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Ideale Leonardo Da Vinci, e con illustrazioni che ripercorrono la storia delle due opere fin dalle più antiche testimonianze fotografiche.

Testo: Italiano / Inglese.

 

€10,00
Non disponibile

E la Parola si fece bellezza. Atti del Convegno internazionale sugli amboni istoriati toscani 19-28 maggio 2016. A cura di TimothyVerdon e Giovanni Serafini. Foto di Antonio Quattrone.

8874613175

Firenze, Mandragora, 2017. Cm. 22x20,pagg. 318, numerose belle ill. a col. n.t., brossura.

€29,00
Disponibile su ordinazione

Elogio del Trecento fabrianese. Materiali per Allegretto Nuzi e dintorni. A cura di Lucia Biondi e Andrea De Marchi.

8874613397
Firenze, 2017. Cm. 22x20, pp. 124, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., br.
€20,00
Non disponibile

Fabrizio Boschi (1572-1642), pittore barocco di belle idee e di nobiltà di maniera.

9788874610884
Firenze, 2006. Cm. , pp. 158, figg. a col. e in nero n. t., br. Catalogo della mostra: Firenze, Casa Buonarroti, 2006.
€35,00
Disponibile

Firenze architettura e città.

€95,00
Non disponibile

Firenze prima di Arnolfo. Retroterra di grandezza. A cura di Timothy Verdon.

8874613106

Firenze, 2016. Cm. 24x16, pp. 244, figg. a col. e in nero n. t., br.

Atti del ciclo di conferenze: Firenze, 14 gennaio 2014 - 24 marzo 2015.

Scrivendo nel primo Trecento dell’erigenda nuova Cattedrale, Giovanni Villani dice che quella precedente, Santa Reparata, era «piccola e di molto grossa forma». La stessa cosa si poteva forse dire di quasi tutte le strutture pubbliche cittadine, e della città di Firenze nel suo insieme, prima dell’esplosione edilizia avvenuta negli ultimi decenni del Duecento, il cui protagonista fu Arnolfo di Cambio. Come era allora Firenze tra l’XI e la fine del XIII secolo prima dell’espansione della cinta muraria, prima delle grandi basiliche, prima di Santa Maria del Fiore e di Palazzo della Signoria? E quali energie religiose, politiche, economiche prepararono la totale ridefinizione del concetto della città ai tempi di Arnolfo, Dante e Giotto?

PRIMO CICLO - 2015
Timothy Verdon, Firenze prima di Arnolfo: «piccola e di molto grossa forma»?
Gilberto Aranci, I riti del catecumenato e del battesimo nella Firenze dei secoli XII-XIII
Enrico Faini, Prima del Fiorino. Le origini del decollo economico di Firenze tra 1150 e 1252
Renato Stopani, L’espansione urbana di Firenze dal XII al XIII secolo, in rapporto con la rivoluzione stradale del Dugento
Franek Sznura, “Città Nuova, Città Vecchia”. Progetti e protagonisti dell’urbanistica fiorentina fra XIi e XIII secolo
Francesco Salvestrini, Il monachesimo a Firenze fra XI e XIII secolo. Dall’età della riforma ecclesiastica agli insediamenti della città comunale
Marco Gamannossi, L’abbazia di Settimo e Firenze tra l’XI e il XIII secolo: testimonianze storico-artistiche di un destino comune
Franco Cardini, L’immagine di una città non ancora unica
Riccardo Chellini, Questioni archeologiche e storiografiche sulla chiesa di Santa Reparata a Firenze dalle origini paleocristiane all’età di Arnolfo
Massimo Tosi, L’arte di ricostruire graficamente i monumenti

SECONDO CICLO - 2016
Guido Tigler, il Battistero e il Pantheon
Nicoletta Matteuzzi, Le tarsie marmoree del Battistero fiorentino
Bruno Santi, La pittura fiorentina prima di Giotto
Anna Benvenuti, Le religiones novae in città: la rivoluzione pastorale degli ordini mendicanti
Carlotta Cianferoni e Giovanni Roncaglia, La Firenze arnolfiana nei contesti archeologici del XIII secolo
Fabrizio Paolucci, La nuova musealizzazione di Santa Reparata

 

€28,00
Disponibile su ordinazione

I re Magi di Benozzo a Palazzo Medici.

Firenze, Mandragora, 2001. Cm. 21x14, pp. 93, ill. a col. n. t., br.
€12,00
Disponibile

Il Battistero di San Giovanni a Firenze. Atti delle conferenze propedeutiche al convegno internazionale di studi. A cura di Francesco Gurrieri.

9788874612529
Firenze, Manragora, 2014. Cm. 24x16, pp. 101, figg. a col. e in nero n. t., br.
€20,00
Non disponibile