Non ci sono articoli nel tuo carrello

Artisti stranieri a Roma nel '500. Il decoro di Palazzo Ricci-Sacchetti. A cura di: Charles Bossu, Wouter Bracke e Chiara Leporati.

€22,00

Milano, 2016. Cm. 24x17, pp. 109, ill. 47 a col. e in nero n. t., br.

A metà del XVI secolo il cardinale Ricci si avventurò in un’impresa impegnativa; volle far decorare con una magnifica serie di affreschi il palazzo di proprietà della sua famiglia, che fu poi dei Sacchetti, ubicato in Via Giulia, a Roma. Il salone fu realizzato da uno dei più famosi artisti di quei tempi e, per quasi tutte le altre sale, venne retribuito principalmente un giovane francese che si affermò poi come grande scultore a Parigi. Gli affreschi, però, rivelano molte mani diverse, e non possono quindi essere opera sua. Una studiosa di fama, la professoressa Nicole Dacos, si è resa conto che il francese dovette limitarsi a fornire gli schemi dei fregi e a eseguirne gli stucchi mentre le pitture furono affidate a diversi principianti venuti pure dall’estero per imparare l’arte italiana, e diventati più tardi quasi tutti celebri. Il palazzo si presenta a noi, oggi, come un tesoro ritrovato, prezioso esempio della pittura manierista. Il lavoro che ora presentiamo si caratterizza come un resoconto colto, e tuttavia vivo, di quella vicenda. In questo volume l’Autrice esplora i diversi cicli pittorici, ne indaga l’ispirazione e il contesto artistico che li produsse, senza tralasciare la questione dell’attribuzione.

 

 

Autore: DACOS, Nicole.
Editore Jaca Book
Lingua di pubblicazione: it
Anno di pubblicazione: 2016
Disponibilità:
Disponibile su ordinazione
Cod: 8816413474
ARTE CINQUECENTO MANIERISMO PITTURA ITALIA ROMA PALAZZO RICCI SACCHETTI SALVIATI FRANCESCO, STOLF GIOVANNI.