Non ci sono articoli nel tuo carrello

24 ore cultura

Vedi come Griglia Lista
Ordina per
Visualizza per pagina

Africa. La terra degli spiriti. A cura di Claudia Zevi. Con Gigi Pezzoli.

8866482390

Milano, 2015. Cm. 31x28, pp. 349, tavv. e figg. a col. e in nero n. t., mz. tela.

Catalogo della mostra: Milano, Mudec-Museo delle culture, 2015.

Come il percorso espositivo, anche il volume che lo accompagna è suddiviso in sette distinte sezioni, all'interno delle quali sono presentati 200 pezzi: sculture lignee, oggetti e maschere che costituiscono una panoramica sulle produzioni africane della fascia subsahariana. Opere che non rappresentano fedelmente la realtà visibile, ma la interpretano con una profonda valenza simbolica, legata al culto degli antenati e a rituali sacrificali e di divinazione della religione animista. Uno stile formale lontanissimo dalla figurazione occidentale classica, che ha radici antiche e si riproduce inalterato nel tempo, a cui, in Europa, le Avanguardie Artistiche dei primi del 1900 hanno guardato con grande interesse, prendendo ispirazione dall’essenzialità delle figure e dei volumi della cosidetta ”arte negra” per elaborare nuove modalità rappresentative. Ottimo l'apparato illustrativo, scandito da brevi saggi critici dedicate alle varie etnie cui pertengono le opere esposte, Bibliografia essenziale, in appendice.

$47.25
Disponibile su ordinazione

ALBERTO SAVINIO. LA COMMEDIA DELL'ARTE. A cura di Vincenzo Trione.

8871796604

Milano, 2011. Cm. 29x26, pp. 223, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., mz. tela.

Catalogo della mostra tenutasi a Milano nel 2011.

La retrospettiva milanese spazia sull'intera produzione pittorica di Savinio: dal ritratto alla scenografia, dalle architetture fantastiche agli oggetti dipinti. I saggi in catalogo intervallano il repertorio illustrato delle immagini. Regesto biografico e bibliografia generale, in appendice.

 

$55.12
Non disponibile

Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau. A cura di Stefania Cretella e Karel Srp.

8866483007

Milano, 2015. Cm. 28x23, pp. 239, figg. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, Palazzo Reale 2015-2016.

Con oltre 220 opere il volume propone al pubblico un percorso originale capace di ricostruire il gusto elegante, prezioso e sensuale dell'epoca attraverso le creazioni di Alfons Mucha (1860-1939), gli arredi e le opere d'arte decorativa di artisti e manifatture europei attivi nello stesso periodo storico. Il nucleo principale della mostra è costituito da 120 opere tra affiches e pannelli decorativi del grande artista ceco, provenienti dalla Richard Fuxa Foundation. Mucha è stato uno dei più significativi interpreti dell’Art Nouveau, divenendo ben presto il "promotore" di un nuovo linguaggio comunicativo, di un'arte visiva innovativa e potente: le immagini femminili dei suoi manifesti erano molto diffuse e popolari in tutti i campi della società del suo tempo e ancora oggi si può facilmente individuare la sua inconfondibile cifra stilistica, che lo ha reso eterno simbolo dell’Art Nouveau. Lo “Stile Mucha”, unico e riconoscibile, si è dimostrato adatto per essere applicato ad una grande varietà di contesti: poster, decorazione d’interni, pubblicità per qualsiasi tipo di prodotto, illustrazioni e addirittura produzioni teatrali, design di gioielli e opere architettoniche. Mantenendo come perno centrale la figura di Mucha, le opere dell’artista sono affiancate in mostra da una serie di ceramiche, mobili, ferri battuti, vetri, sculture e disegni di artisti e manifatture europei affini a quella medesima sensibilità squisitamente floreale e sinuosa che caratterizzava un certo filone del modernismo internazionale, tipico soprattutto dell’area francese, belga e, almeno in parte, italiana. Scopo della mostra è dunque quello di restituire appieno l’idea di un’epoca ricca e sfaccettata, facendo dialogare le invenzioni di Mucha con gli ambienti e le decorazioni contemporanee così da ricostruire il clima magico e sfavillante della Belle Époque.

$38.25
Disponibile su ordinazione

Beato Angelico.

9788866482338
Milano, 2015. Cm. 34x29, pp. 382, tavv. e ill. 247 a col. n. t., cart. e sovrac. in cof. fig. L'ultimo importante capitolo della prestigiosa collana dei “Grandi Libri d'Arte” dedicato a “Beato Angelico”, sviluppa un’approfondita analisi dello spirito mistico che è fondamento imprescindibile per l’interpretazione dell’opera del frate-pittore. Il tutto attraverso un’attenta e filologicamente ineccepibile sintesi del suo percorso e della sua evoluzione artistica, dagli inizi agli affreschi del convento di San Marco, alla cappella per papa Niccolò V, alle Annunciazioni. Di grande rilievo, come nella tradzione della collana l'apparato illustrativo. Bibliografia, in appendice.

$111.38
Disponibile su ordinazione

Cimabue.

8871791428

Milano, 2011. Cm. 34x29, pp. 303, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., tela e sovrac. in cof.

$140.62
Non disponibile

Cranach. L'altro Rinascimento. A cura di Anna Coliva e Bernard Aikema.

8871796475

Milano, 2010. Cm. 28x25, pp. 323, tavv. e ill. a col. n. t., br.

Catalogo della mostra: Roma, Galleria Borghese, 2010-2011.

Una sessantina di opere, fra dipinti e incisioni, documenta la parabola artistica del celebre pittore tedesco (1472-1553) nel corso della prima metà del XVI° secolo. Nove i saggi introduttivi, centrati sia sul ruolo dell'artista all'interno delle corti del nord Europa sia sui suoi rapporti con l'arte italiana, cui fanno seguito le schede del catalogo debitamente corredato da un buon apparato illustrativo. Bibliografia, in appendice.

$50.62
Non disponibile

Da Raffaello a Schiele. Capolavori dal Museo di Belle Arti di Budapest. A cura di Stefano Zuffi.

8866482727

Milano, 2015. Cm. 28x23, pp. 224, ill. 200 a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, Palazzo Reale, 2015-2016.

Il volume presenta una significativa antologia di dipinti provenienti dalle raccolte del Museo di Belle Arti di Budapest. Fra questi: la Madonna Esterhazi di Raffaello e la Cena in Emmaus di Tintoretto. Nutrita da antichi lasciti provenienti dal castello di Budapest e dalle famiglie nobiliari ungheresi, le collezioni rappresentano un'indagine continuativa dello sviluppo della pittura europea dal XIII secolo fino al tardo Settecento studi di Leonardo da Vinci e tavole di Lucas Cranach, disegni di Schiele e sculture di Rodin, capolavori romantici e impressionisti, e ancora opere di maestri spagnoli tra cui El Greco, Velazquez e Goya.

$38.25
Disponibile su ordinazione

Giorgione.

8871796154
Milano, 2009. Cm. 34x29, pp. 383, ill. 330 a col. n. t., tela e sovrac. in cof.
$151.88
Non disponibile

Giotto e i Riminesi. Il gotico e l'antico nella pittura di primo Trecento.

Milano, 2002. Cm. , pp. 189, ill. a col. e in nero n. t., cart. e sovrac.


$50.62
Non disponibile

Giotto.

8866480068

Milano, 24 ore Cultura,1995. In-4¡, pp. 383, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., tela e sovrac. in cof.

$151.88
Non disponibile

Henri Rousseau. Il candore arcaico. A cura di Gabriella Belli e Guy Cogeval.

8866482444

Milano, 2015. Cm. 31x28, pp. 279, tavv. e figg. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Venezia, Palazzo Ducale, 2015.

Il volume torna ad esaminare la vicenda biografica e artistica di Henri Rousseau attraverso la presentazione di una sessantina di suoi dipinti messi a confronto con una vasta antologia di coevi pittori francesi, cui s'aggiunge un piccolo nucleo di pittori italiani che dall'arte del Doganiere rimasero fortemente suggestionati, come ad esempio Carlo Carrà, o da cui il francese trasse ispirazione per alcune sue caratteristiche raffigurazioni (si pensi al quattrocentesco Trionfo della morte di Giovanni di Ser Giovanni detto Lo Scheggia). Biografia dell'artista ed elenco delle opere in mostra in appendice.

$47.25
Non disponibile

Il magistero di Carlo Maratti nella pittura marchigiana tra Sei e Settecento. A cura di Costanza Costanzi e Marina Massa.

8871796598

Milano, 2011. Cm. 31x24, pp. 191, ill. a col. e in nero n. t., cart. e sovrac.

Il volume, suddiviso in due sezioni, affronta il problema dei lavori eseguiti da Maratti per il territorio marchigiano, delineando contemporaneamente un preciso quadro dell'influenza esercitata dal maestro sugli artisti della regione, soprattutto quelli attivi ad Ancona e nel Maceratese, ad Ascoli Piceno e Fermo. Gli apparati comprendono l'indice dei nomi e la bibliografia.

 

$55.12
Non disponibile

Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Epoque alla Grande Guerra. A cura di: Fernando Mazzocca, Claudia Zevi.

8866483038

Milano, 2016. Cm. 28x23, pp. 320, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, Palazzo Reale, 2016.

Il volume offre una suggestiva panoramica su quello che può essere considerato uno dei movimenti artistici che hanno marcato il passaggio dall'Ottocento al Novecento, segnando il superamento della rappresentazione oggettiva della realtà e approdando a una dimensione più intima e soggettiva del reale. Vengono qui messi a confronto per la prima volta i simbolisti italiani con quelli stranieri grazie a circa un centinaio di dipinti, cui s'aggiungono numerose sculture e una eccezionale selezione di grafica, che rappresenta uno dei versanti più interessanti della produzione artistica del Simbolismo, provenienti da importanti istituzioni museali italiane ed europee oltre che da collezioni private. Quattro i saggi introduttivi che spaziano sulle vicende essenziali del movimento e sulla sua fortuna storiografica. Bibliografia, in appendice.

 

$38.25
Non disponibile

Io e Michelangelo. Fatti, persone, sorprese e scoperte del cantiere di restauro della Sistina.

8866482963
Milano, 2015. Cm. 24x17, pp. 256, figg. a col. e in nero n. t., br.
$21.38
Non disponibile

Jean-Michel Basquiat. Opere dalla Mugrabi Collection. A cura di Jeffrey Deitche e Gianni Mercurio.

8866483434

Milano, 2016. Cm. 28x28, pp. 189, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, MUDEC - Museo delle culture, 2016-2017.

Il volume affronta l'opera di Jean-Michel Basquiat (1960-1988) uno dei protagonisti della scena artistica americana e mondiale degli anni ’80, considerato uno degli artisti più noti dei nostri tempi. Gli oltre 100 lavori selezionati per la retrospettiva provengono principalmente dalla collezione di Yosef Mugrabi a - cui si aggiungono opere da altri prestatori e istituzioni - e coprono la produzione artistica di Basquiat dal 1980 al 1987: opere caratterizzate dall’uso di materiali poveri e da un segno grafico inconfondibile, pieno di rabbia. Accanto alle opere di grandi dimensioni, in mostra trovano spazio anche alcuni lavori frutto della collaborazione con l’amico Andy Warhol e una serie di piatti di ceramica nei quali, con ironia, Basquiat ritrae personaggi e artisti.

 

 

$38.25
Disponibile su ordinazione

Joan Mirò. La forza della materia.

8866483106

Milano, 2016. Cm. 28x23, pp. 205, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, Mudec, 2016.

Una mostra dedicata al grande maestro catalano che intende raccontare la forza creatrice che ha prodotto i capolavori esposti: un’ampia selezione di opere realizzate tra il 1931 e il 1981 provenienti dalla collezione della Fundació Joan Miró di Barcellona e da quella della famiglia dell’artista. La poesia incantatoria che si sprigiona dalle sue opere è il risultato di un rapporto intenso con la materia che per Miró è fondamento stesso dell’arte. Biografia e bibliografia selezionata, in appendice.

$38.25
Disponibile su ordinazione

Kandinskij. Il Cavaliere errante in viaggio verso l'astrazione. A cura di Silvia Burini e Ada Masoero.

8866483656

Milano, 24 Cultura, 2017. Cm. 28x23, pagg. 268, numerose tavv. a colori n.t., cartone figurato.

Catalogo della mostra tenutasi a Milano, Museo delle Culture dal 15 marzo al 9 luglio 2017.

$38.25
Disponibile su ordinazione

KLIMT ALLE ORIGINI DI UN MITO. A cura di Alfred Weidinger. In collaborazione per l`Italia: Eva di Stefano.

8866481935

Milano, 2014. Cm. 31x28, pp. 223, tavv. e figg. a col. e in nero n. t., cart.

Catalogo della mostra: Milano, Palazzo Reale, 2014.

La mostra e il catalogo ripercorrono accuratamente l'intera carriera di Gustav Klimt esplorando gli inizi della sua carriera alla Scuole di Arti Applicate di Vienna e la sua grande passione per il teatro e la musica.
I testi del curatore Alfre Weidinger e di altri specialisti di Klimt approfondiscono il rapporto dell'artista con l'Italia e l'importanza dei suoi viaggi a Ravenna e Venezia nelle influenze bizantine dei suoi lavori.Il corpus artistico di dipinti e disegni di Klimt è inoltre affiancato da una ricca rassegna di fotografie d'epoca e di documenti personali relativi alla vita del pittore e della sua colta famiglia, così da ricostruire in maniera esaustiva il momento storico in cui visse l'artista. Emergono così chiaramente lo stretto rapporto affettivo ed artistico con il fratello Ernst, precocemente scomparso, e le numerose relazioni d'amore che l'artista intrattenne nel corso della sua vita con donne che ispirarono la sua vena artistica.
Il catalogo, con il suo rivestimento in setalux e dettagli dorati, si presenta quindi come un prezioso compendio della mostra e raccoglie grandi capolavori come Adamo ed Eva, Famiglia, Girasole, Fuochi Fatui, Acque Mosse e Salomè oltre che il Fregio di Beethoven, che verrà appositamente ricostruito all'interno della mostra milanese.

$47.25
Non disponibile

Klimt: nel segno di Hoffmann e della Secessione. A cura di Alfred Weidinger e Agness Husslein-Arco.

8866480976

Milano, 2012. Cm. 31x21, pp. 237, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., br.

Catalogo della mostra: Venezia, 2012.

La vicenda artistica di Klimt viene qui riletta, nel quadro della Secessione viennese, attraverso il privilegiato rapporto che l'artista intrattenne durante la sua carriera con Josef Hoffmann, del quale s'è scelto di presentare in esposizione, numerosi pannelli di carattere decorativo e una ricca serie di gioielli. Accanto alle tele di Gustav, fanno corona numerosi dipinti dei maggiori esponenti del movimento secessionista, con l'unica eccezione di Schiele.

 

$43.88
Non disponibile

La divina marchesa. Arte e vita di Luisa Casati dalla Belle Epoque agli anni folli. A cura di Fabio Benzi e Gioia Mori.

8866482239

Milano, 2014. Cm. 28x23, pp. 287, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., mz. tela.

Catalogo della mostra: Venezia, Palazzo Fortuny, 2014-2015.

Il volume rievoca, con l'ausilio di una suggestivo corredo illustrativo, la figura e i tempi di Luisa Casati Stampa, personaggio affascinante e controverso del mondo culturale italiano dei primi decenni del Novecento, musa ispiratrice e modella di alcuni dei più grandi artisti del tempo (Boldini, Augustus John, Zuloaga, Alberto Martini, fra gli altri), indiscussa autorità nel campo della moda e dell'abbigliamento, celebrata per i suoi gioielli. Dipinti, disegni, foto d'epoca, gioielli, tessuti, abiti sono qui raccolti ed illustrati per offrire una testimonianza irripetibile degli anni in cui trionfava il verbo dannunziano e il gusto dell'elegante trasgressività nel campo delle arti e delle lettere era segno assolutamente distintivo.

 

$39.38
Non disponibile

Ladies' Haircult. Tagli, stili e accessori 1920-1980 per pin-up, bohemian, principesse e cattive ragazze di tutti i tempi.

9788866483045
Milano, 24 Ore cultura, 2016. Cm. 27x20, pp. 237, tavv. e figg. a col. e in nero n. t., br.
$28.01
Disponibile

Mantegna.

8866481393

Milano, 24 Ore Cultura, 2013. Cm. 33x28, pp. 384, tavv. e ill. a col. n. t., cart. e sovrac. in cof. fig.

Dopo aver scontato qualche secolo di eclisse, da una cinquantina d'anni Andrea Mantegna ha iniziato a riprendere, nell'orizzonte critico, il luogo che gli compete. Prima della fondamentale mostra mantovana del 1961, poi di quella londinese del 1992, e di quelle a Padova, Verona e Mantova del 2006, le espressioni di disistima per il suo straordinario mondo tutto di marmo, di "pietre fredde e acidamente venate" (Longhi), per una sua supposta grandezza senz'anima, senza mai un attimo di calore, un fremito di passione, erano all'ordine del giorno. E invece, nella Padova della metà del Quattrocento, Mantegna sembrò calare come Minerva, sorta completamente formata dal cervello di Giove, con una sconcertante chiarezza di idee per un ragazzo tanto giovane: il continuo richiamo alla classicità, che dà una colorazione fortemente umanistica a tutta la sua pittura, non è frutto di una retorica vuota e solipsistica, ma della consapevolezza che l'antichità classica fu il momento piú alto della storia dell'umanità, e che bisogna dunque decifrarla in tutte le sue chiavi, per poter su di essa costruire un uomo nuovo e una società migliore. In essa egli avverte una vitalità tale da renderla una chiave per intendere il presente, e trascenderlo.

Oggi Mantegna appare un gigante che, con la sua continua tensione a comprendere in modo razionale, a estendere questa ricerca a tutto il mondo circostante, a scoprire le cause delle cose, e non a ragionare per analogia, ha posto con chiarezza le basi della nostra modernità.
Queste sono le tematiche che il volume vuole sondare; cercando anche di vedere l'artista quanto piú possibile immerso nella consuetudine di vita del suo tempo, per meglio misurare il suo elevarsi sugli altri, e la sua prodigiosa grandezza artistica.

$111.38
Disponibile su ordinazione

Masaccio.

8866483236
Milano, 2016. Cm. 33x29, pp. 363, tavv. e figg. a col. n. t., tela in cof. fig. Il volume, splendidamente illustrato, ripercorre la vicenda artistica del pittore che, nel primo trentennio del XV secolo, inaugura la stagione del Rinascimento fiorentino. Alla luce di nuovi apporti documentari inerenti il contesto sociale nel quale viene a muoversi il pittore valdarnese, l'opera fa il punto sullo stato attuale degli studi masacceschi redifinendo in termini ancor più circostanziati il suo fondamentale ruolo all'interno della storia dell'arte occidentale. Scheda critica delle opere, bibliografia e indice dei nomi in appendice.
$111.38
Disponibile su ordinazione

Matisse e il suo tempo. La collezione del Centre Pompidou. A cura di Cécile Debray.

8866482857

Milano, 2015. Cm. 31x28, pp. 303, tavv. e figg. a col. n. t., cart.

Catalogo della mostra: Torino, Palazzo Chiablese, 2015-2016.

Presentando 50 opere di Matisse e 47 di artisti a lui coevi quali Picasso, Renoir, Bonnard, Modigliani, Miró, Derain, Braque, Marquet, Léger - tutte provenienti dal Centre Pompidou - il volume si prefigge di mostrare le opere di Matisse attraverso l'esatto contesto delle sue amicizie e degli scambi artistici con altri pittori. Così, per mezzo di confronti visivi con opere di artisti suoi contemporanei, sarà possibile cogliere non solo le sottili influenze reciproche o le fonti comuni di ispirazione, ma anche una sorta di "spirito del tempo", che unisce Matisse e gli altri artisti e che coinvolge momenti finora poco studiati, come il modernismo degli anni quaranta e cinquanta. Opere di Matisse quali Icaro (della serie Jazz del 1947), Grande interno rosso (1948), Ragazza vestita di bianco, su fondo rosso (1946) sono messe a confronto con i quadri di Picasso, come Nudo con berretto turco (1955), di Braque, come Toeletta davanti alla finestra (1942), di Léger, come Il tempo libero - Omaggio a Louis David (1948-1949).
Dieci sezioni in mostra illustrano, secondo un percorso cronologico intercalato da approfondimenti tematici, le figure matissiane delle odalische - come in Odalisca con pantaloni rossi del 1921 -; la raffigurazione dell'atelier, soggetto ricorrente nell'opera di Matisse ma che, negli anni bui della Seconda Guerra Mondiale, dà luogo a quadri stupefacenti a firma di Braque (L'Atelier IX, 1952-56) e Picasso (Lo studio, 1955); l'opera e il percorso di Matisse dai suoi esordi con Gustave Moreau (1897-99) fino alla sua scomparsa negli anni Sessanta e alle ultime carte dipinte e ritagliate.

$43.88
Disponibile su ordinazione