Sie haben keine Artikel im Korb.

Campisano

Anzeige Tabelle Liste
Anzeigen nach
Anzeige pro Seite

'600 a spicchi. Classicismo e non. A cura di Cinzia Ammannato.

9788898229543
Roma, Campisano, 2015. Cm. 24x17, pp. 80, figg. a col. e in nero n. t., br.
€25,00
Am Lager

Amusante et poétique. Studi di storia dell'arte per Enzo Bilardello. A cura di: Laura Fanti, Raffaella Perna, Claudio Zambianchi.

8898229390

Roma, 2015. Cm. 21x16, pp. 157, ill. 91 in nero f. t., br.

Sotto l’egida dei due aggettivi scelti da Charles Baudelaire per definire la buona critica d’arte, «divertente e poetica», sono raccolti alcuni saggi offerti a Enzo Bilardello da suoi amici e amiche in pegno d’affetto e di riconoscenza. Senso dello humour e buona scrittura sono entrambi strumenti che Bilardello ha usato nella sua carriera di professore, studioso e critico d’arte, con spirito di libertà, acume analitico e curiosità intellettuale, capaci di interrogare opere pertinenti a periodi e a mondi diversi, senza specialismi legati ai generi, alle tecniche e alle cronologie. A epoche e correnti anche lontane, dal Medioevo alpresente, sono dedicati i testi qui raccolti, scritti da Fumika Araki, Alessandra Barbuto, Fabio Benedettucci, Marina Bindella, Laura Fanti, Francesco Gandolfo, Stefano L’Occaso, Raffaella Perna, Pio Francesco Pistilli, Marina Righetti, Ilaria Schiaffini, Federica Zalabra, Claudio Zambianchi.

Prefazione, Marina Righetti - Introduzione, Laura Fanti, Raffaella Perna, Claudio Zambianchi - Sant’Angelo in Formis e la scultura, Francesco Gandolfo - Il magister Iacobus, Innocenzo III e il chiostro di Subiaco, Pio Francesco Pistilli - L’elogio di San Bernardino da Siena nella cappella Bufalini in Aracoeli a Roma: il vero tema di «San Bernardino eremita», Fumika Araki - Domenico Alfani. Precisazioni cronologiche e riflessioni sui legami fiorentini, Federica Zalabra - Per Gandolfino da Roreto. Un’ipotesi siciliana e due tavole disperse, Fabio Benedettucci - Un «San Pietro penitente» riberesco e un «San Giovanni Evangelista» di Francesco Ruschi, Stefano L’Occaso - James Ensor e l’eredità inglese del paesaggio, Laura Fanti - Senza parole, Claudio Zambianchi - «Segni senza nome»: semiotica e psicologia della forma negli scritti di Guido Strazza, Ilaria Schiaffini - «Un contatto diretto con il mondo»: aspetti performativi nell’opera di Renato Mambor dai Timbri a La Trousse, Raffaella Perna - La grafica contemporanea fra realismo e astrazione: Chuck Close, Vija Celmins, Franz Gertsch, Marina Bindella - Ars destruens. Prospettive museologiche e questioni di conservazione del contemporaneo, Alessandra Barbuto

€30,00
Available on request, contact us.

Angelo Caroselli (1585-1652), pittore romano. Copista, pasticheur, restauratore, conoscitore.

8898229130
Roma, 2015. Cm. 21x15, pp. 778, ill. 74 a col. e figg. 78 in nero f. t., br. Angelo Caroselli (1585-1652) nasce e lavora principalmente a Roma, ove pratica il mestiere di pittore, copista, restauratore, ma anche pasticheur e conoscitore in materia d'arte, ovvero realizza dipinti alla maniera di” – nella “tecnica” e nello “stile” di un determinato tempo artistico o di un determinato autore, anche assemblando “parti” tratte da dipinti diversi – e svolge il ruolo di “intenditore” e “consulente” per la perizia o per la compravendita di pezzi d’arte, giungendo ad essere figura speciale e rappresentativa del mercato e del collezionismo artistici a Roma nella prima metà del Seicento. Il mestiere poliedrico svolto dal Caroselli trova corrispondenza nella sua produzione: essa, infatti, «si nutre di forme e di modi pittorici utilizzati all’occorrenza e desunti principalmente dalla produzione del secolo precedente e di quello in cui vive, produzione che l’autodidatta Caroselli digerisce a fondo attraverso l’attività di restauratore, copista e pasticheur e che somma ad un attento e costante studio dell’Antico». Attraverso queste modalità, il pittore giunge a mostrarsi sovente «lirico, letterario». Per tali ragioni, dunque, è lecito definire il Caroselli non tanto un “caravaggesco”, come in modo sommario si è fatto, quanto «un ‘eclettico’, ma nel senso più antico e positivo del termine: ‘eklektikós’, colui che ‘trasceglie’, ovvero sceglie con diligenza tra più cose». Mediante una solida ricerca documentaria, che conferma gran parte delle notizie trasmesse dai due biografi contemporanei del pittore, Giovanni Battista Passeri e Filippo Baldinucci, e per mezzo di un’approfondita analisi delle opere (presentate in 78 schede), analisi che evidenzia la variabilità e la difficile disposizione cronologica delle stesse, lo studio ricostruisce la vita e l’opera del Caroselli in modo scientifico, tracciando il profilo di un pittore complesso – dalla «camaleontica fisionomia» – su cui poter costruire riflessioni più ampie ed articolate rapportando il romano al contesto storico e culturale entro il quale si trova ad operare.

 

 

€50,00
Available on request, contact us.

Antiche mappòt romane. Il prezioso archivio tessile del Museo Ebraico di Roma. A cura di Doretta Davanzo Poli, Olga Melasecchi, Amedeo Spagnoletto.

8898229833
Roma, Campisano, 2016. Cm. 27x21, pagg. 321, numerose figg. a col. n.t., brossura.
€70,00
Nicht am Lager

Antoine Jean-Baptiste Thomas e il popolo di Roma, 1817-1818.

9788898229734
Roma, Campisano, 2016. Cm. 27x21, pp. 220, tavv. e ill. a col. e in nero n. t., br. Catalogo della mostra: Roma, Museo di Roma, 2016.
€50,00
Available on request, contact us.

ARCHITEKTUR-UND ORMAMENTGRAPHIK DER FRUHEN NEUZEIT: MIGRATIONSPROZESSE IN EUROPA. Herausgegeben von: Sabine Frommel, Eckhard Leuschner.

8898229222
Roma, 2014. Cm. 27x21, pp. 447, figg. in nero n. t., br. Catalogo della mostra: Gotha, Forschungsbibliothek Gotha der Univeristat Erfurt, 2014.

Il volume, da un lato, accompagna la mostra chiamata a presentare e illustrare ottanta incisioni di carattere architettonico appartenenti alle raccolte delle Biblioteche di Gotha e Erfurt, per lo più riferentesi a edizioni illustrate di Vitruvio, Serlio, Vignola Palladio, Scamozzi, Furttenbach, Perrault, Fischer von Erlach, Aviler. Dall'altro, raccoglie i contributi del convegno di studi tenutosi nel 2011 a Gotha, in cui i trattati citati sono stati esaminati alla luce della loro influenza sul linguaggio architettonico europeo fra il 1600 e il 1920.

 

€50,00
Nicht am Lager

Arte e committenza a Roma e nel Lazio tra Umanesimo e Rinascimento maturo. A cura di Stefano Colonna.

8898229208

Roma, 2014. Cm. 21x16, pp. 296, br.

Sommario: Introduzione, Roberto Nicolai - Presentazione, Alessandro Zuccari - Arte e committenza a Roma e nel Lazio tra Umanesimo e Rinascimento maturo - Palestrina nel Quattrocento. Riflessi dell’articolata cultura di un’epoca, Sara Esposti - La committenza Barbo nella Casa dei Cavalieri di Rodi a Roma, Alessia Dessì - Vulcano tra il dio e la montagna: il passaggio linguistico dal mito alla scienza, Graziella Becatti - Nuova luce sugli affreschi dell’Appartamento Borgia in Vaticano, Alessandra Masullo - La famiglia Capranica e il suo palazzo romano, Maria Beatrice Bongiovanni - Acquisizioni documentarie sulla Sacrestia di S. Pietro in Vincoli, Rossana Castrovinci - Ipotesi di attribuzione ai fratelli Ubertini della decorazione pittorica della villa romana di Blosio Palladio, Claudia Governa - Riflessioni sulla committenza storica e sul degrado attuale della Villa Catena di Poli, Alessio Gordiani - Il frontespizio alchimistico di François Béroalde de Verville per l’edizione francese dell’Hypnerotomachia Poliphili del 1600, Alessandra Bertuzzi - Fonti e simboli per il Satiro “scandagliatore” di Agostino Carracci, Gloria de Liberali

 

€30,00
Am Lager

Bellezza e fortezza. Disegni bibieneschi per le porte di Bologna.

8888168814
Roma, 2011. Cm. 27x21, pp. 72, tavv. 13 a col. e ill. 47 in bicromia n. t., br.
€50,00
Am Lager

Bernini e il bel composto. La cappella de Sylva in Sant` Isidoro.

8888168095

Roma, Campisano, 2002. In-8¡, pp. 70, tavv. 6 a col. f. t. e ill. 72 a col. e in nero n. t., br.

€30,00
Available on request, contact us.

Campidoglio. Mito, memoria, archeologia. A cura di Claudio Parisi Presicce e Alberto Danti.

9788898229741
Roma, Campisano, 2016. Cm. 28x24, pp. 311, figg. a col. e in nero n. t., br. Catalogo della mostra: Roma, Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli, 2016.
€50,00
Am Lager

Carlo I d'Angiò Re di Sicilia e Senatore di Roma. Il monumento onorario nel Campidoglio del Duecento.

9788888168456
Roma, 2009. Cm. 21x17, pp. 120, ill. a col. e in nero n. t., br.
€24,00
Am Lager

Carlo Marchionni caricaturista tra Roma, Montefranco, Civitavecchia e Ancona. Con un saggio di Angela Maria D'Amelio

9788898229482
Roma, Campisano, 2015. Cm. 21x15, pp. 444, tavv. 16 a col. f. t. e figg. in nero n. t., br.
€50,00
Am Lager

Cecilia: la storia, l` immagine, il mito. La scultura di Stefano Maderno e il suo restauro.

8888168044

Roma, 2001. Cm. 21x30, pp. 96, ill. a col. n. t., br.

Un capolavoro assoluto della scultura in cui la tradizione classica si accende di vitalità prebarocca. Questa è la Santa Cecilia di Stefano Maderno, realizzata nel 1600, in occasione del Giubileo.
Il suo committente, il cardinal Paolo Emilio Sfondrato, uno dei personaggi più potenti e autorevoli della Roma di quegli anni, aveva voluto con questa statua celebrare l’evento straordinario del ritrovamento del corpo della santa, avvenuto nel corso dei lavori di restauro della basilica. L’invenzione rara della posa con il corpo allungato e la testa rovesciata all’indietro, coperta da un velo drappeggiato, accentua l’aura di suggestione e mistero sprigionata dalla figura.
L’intervento di restauro è stato accompagnato da una serie di indagini diagnostiche destinate a mettere a fuoco le tecniche di lavorazione e i materiali costitutivi. La ricca campagna fotografica ha poi documentato tutte le fasi dei lavori con immagini di grande bellezza che colgono momenti e inquadrature irripetibili.

€25,00
Available on request, contact us.

Con più difficoltà. La scala ovale di Ottaviano Mascarino nel palazzo del Quirinale.

9788898229680
Roma, Campisano, 2016. Cm. 27x21, pp. 111, tavv. 48 a col. f. t. e figg. 40 in nero n. t., br.
€50,00
Am Lager

Con prohibitione di alienare. Il fedecommesso e la conservazione delle opere d'arte in Italia dal XVII al XIX secolo.

9788898229437
Roma, Campisano, 2015. Cm. 21x16, pp. 88, ill. 16 a col. e in nero f. t., br
€20,00
Am Lager

Contro il barocco. Apprendistato a Roma e pratica dell`architettura civile in Italia 1780-1820.

8888168273

Roma, Campisano, 2007. In-8¡, pp. 566, figg. in nero n. t., br.

Catalogo della mostra tenutasi a Roma nel 2007.

Nel corso del Settecento lo studio dei modelli antichi doveva progressivamente diventare un’esperienza necessaria e spesso determinante nella formazione di ogni artista. La città di Roma divenne la meta di artisti e di viaggiatori proveniente da tutti i paesi d’Europa. Questo percorso fu particolarmente significativo anche per gli architetti italiani soprattutto tra il 1780 e il 1800, quando cominciarono a recarvisi in gran numero.
Dopo la cesura della Repubblica (1799), la scuola di Roma cessò di esistere in quella forma. Agli architetti italiani che avevano condiviso quella esperienza, le multiformi vicende politiche, che investirono tutti gli Stati Italiani nei venti anni successivi (1800-1820), dovevano però offrire straordinarie possibilità. Si sperimentano nuove forme per nuovi edifici, destinati all’abbellimento ed alla razionalizzazione della città: cimiteri, monumenti urbani, nuovi fori, passeggiate pubbliche, mercati e mattatoi.
Non è tuttavia mai stata sinora tentata una ordinata rassegna di quanti hanno condiviso in gioventù, tra il 1780 e il 1800, l’esperienza di Roma e quindi, nei venti anni successivi, hanno dato vita – ciascuno in una realtà locale diversa d’Italia – ad una architettura sostanzialmente omogenea: in forte polemica con il passato e tesa a costruire un linguaggio comune capace di esprimere una identità civile.

€90,00
Available on request, contact us.

Da Universitas ad Accademia. Volume I: La Corporazione dei Pittori nella chiesa di San Luca a Roma, 1478-1588.

8888168579

Roma, 2014. Cm. 21x15, pp. 577, ill. 50 in nero f. t., br.

Secondo un’interpretazione ampiamente diffusa e condivisa, l’Accademia del Disegno dei Pittori, Scultori ed Architetti di Roma intitolata a San Luca fu “ideata” da Girolamo Muziano nel 1577 e “fondata” da Federico Zuccari nel 1593. Come noto, entro la fine del ’600 l’Accademia di San Luca sarebbe diventata il massimo referente artistico e il modello teorico e didattico di riferimento in ambito italiano ed europeo. La rilettura delle dinamiche interne all’ambiente artistico romano tra xvi e primo xvii secolo, condotta alla luce di nuovi dati documentari, modifica l’assunto di questa “fondazione”, sapientemente confezionata come operazione propagandistica nel tardo ’600 e legittimata nel primo ’800. La nascita dell’Accademia, limitata alla partecipazione dei soli Pittori e Scultori, fu altrimenti il risultato di ben piú complessi avvenimenti, di lotte interne e interazioni tra figure istituzionali differenti, che permisero la lenta trasformazione della primitiva corporazione di mestiere dei Pittori da Universitas in Academia, sancendone il definitivo riconoscimento sociale e “intellettuale”. Di tale articolata vicenda si vuole ripercorre in questo primo volume il periodo che va dal ri-ordinamento della corporazione medievale operato nel 1478 con la promulgazione dei primi Statuti conosciuti, alla ri-organizzazione attuata dal 1534 ad opera degli artisti tornati a Roma dopo la tragedia del Sacco, con l’avvio della sistemazione della chiesa di san Luca sull’Esquilino – rappresentativa sede dei Pittori, sacrificata intorno al 1587 alle strategie urbane sistine –, fino a giungere ai primi effettivi tentativi di trasformazione, che ebbero come esito iniziale l’emanazione nel 1577 del breve gregoriano, e che furono interrotti dal repentino trasferimento, nel 1588, nella sede di santa Martina al foro Romano, momento che segnerà l’avvento di una nuova fase di vita dell’istituzione.

€40,00
Available on request, contact us.

Dal cavallo alle scuderie. Visioni iconografiche e architettoniche. A cura di Margherita Fratarcangeli.

8898229277
Roma, 2014. Cm. 24x16, pp. 169, ill. 125 in nero f. t., br.

Quello dei cavalli e delle scuderie è un tema di ricerca e di studio relativamente nuovo per l'Italia. Sono qui raccolte le relazioni del Convegno tenutosi, sull'argomento, a Frascati nel 2013. I testi spaziano dalla storia del cavallo, restituita da punti di vista diversi - letterario, iconografico, economico, veterinario, politico, sociale - alla scuderia, esaminata nelle sue articolazioni romane e laziali, ove è possibile rintracciare in filigrana un modus architectonicus comune e una densità di casi che divengono la conferma di come essa e, dunque, il cavallo fossero beni di primaria importanza, dalle età antiche quanto meno sino all'avvento delle automobili.

€40,00
Nicht am Lager

Dal privato al pubblico. Note sul collezionismo d'arte e di antichità dall'antico al secolo XVIII. A cura di Enzo Borsellino.

9788888168562
Roma, Campisano, 2010. Cm. 21x15, pp. 270, ill. 148 in nero f. t., br.
€40,00
Am Lager

Daniele da Volterra e la prima pietra del Paragone.

9788898229369
Roma, 2014. Cm. 24x16, pp. 61, figg. 49 a col. e in nero n. t., br.
€25,00
Am Lager

DILETTANTI DEL DISEGNO NELL'ITALIA DEL SEICENTO. PADRE RESTA TRA MALVASIA E MAGNAVACCA. A cura di Simonetta Prosperi Valenti Rodinò.

9788898229116
Roma, Campisano, 2013. Cm. 21x15, pp. 245, ill. 63 in nero f. t., br.
€40,00
Am Lager

Dipingere per profitto. Le vite economiche dei pittori nella Roma del Seicento.

8898229642

Roma, 2016. Cm. 21x15, pp. 213, figg. 31 a col. e in nero f. t., br.

In questo libro molto originale, Richard Spear indaga sul mondo finanziario di pittori che lavoravano a Roma durante il Barocco, concentrandosi non sui committenti o sulle collezioni ma sui pittori stessi. Esplora le numerose variabili che determinavano i prezzi richiesti o ricevuti dai pittori, compresa la posizione sociale dei loro committenti, la misura delle opere e il numero delle figure, il tempo impiegato a eseguire i dipinti, la gerarchia dei generi (quadri di storia, ritrattistica, genere, paesaggi, e nature morte), e come questi e altri fattori influenzavano i prezzi. Attingendo dai dati dei trattati di questo periodo, specialmente da Mancini, Baglione, Bellori, Passeri e Pascoli, e, soprattutto, dai prezzi documentati nei contratti e nei pagamenti, Spear esplora la posizione socio-economica sia di pittori maggiori (come Pietro da Cortona e Salvator Rosa) sia di minori che lavoravano a Roma nel Seicento. Per fare questo, pone domande più ampie, per esempio: quanti pittori operavano a Roma? Qual era all’epoca il costo della vita? Qual era il costo di produzione di un dipinto e, di conseguenza, i guadagni netti invece che lordi, e come facevano i pittori ad aumentare le proprie entrate? Questo studio, riccamente documentato, confuta l’opinione molto succintamente espressa da William Blake che “Dove esiste una qualsiasi prospettiva di Denaro, l’Arte non può progredire”.

 

€40,00
Available on request, contact us.

EN BLANC ET NOIR. STUDI IN ONORE DI SILVANA MACCHIONI. A cura di Francesco Sorce.

8888168319

Roma, Campisano, 2007. Cm. 21x16, pp. 181, ill. 106 in nero f. t., br.

Il volume raccoglie una parte degli interventi presentati alla giornata di studi in onore di Silvia Macchioni, tenutasi a Roma nel 2005. Gli scritti sono prevalentemente legati alla storia del disegno e dell'incisione abbracciando un arco cronologico che va dal Quattrocento ai nostri giorni.

€30,00
Available on request, contact us.